Apre la galleria Physical NFT in Europa

Una delle prime nel suo genere in Europa e la prima nella capitale del Regno Unito, la NFT Gallery di Mayfair, fondata da donne e prima al femminile, ha ora aperto le sue porte al pubblico dopo il suo evento di lancio inaugurale giovedì.

La Galleria NFT si è aperta con la mostra inaugurale ‘Surface Tension’, in cui sono esposte solo artiste che lavorano nella sfera digitale.

La prima galleria fisica NFT di Mayfair, fondata da donne e prima donna, è stata aperta

La festa di apertura di giovedì sera si è svolta con il botto, con i grandi e i buoni dei settori dell’arte, della tecnologia, degli affari e non solo, riuniti per celebrare il lancio sui due piani della galleria e sui 270 metri quadrati, e si è riversato sulla piazza londinese la più famosa arte di strada.

I partecipanti includevano artisti Maxim (di The Prodigy), Dan Pearce, Angel London e Silia Ka Tung; Il capo dell’Europa di Coinbase, il capo delle arti di Google, il COO dei Family Office di UBS, la vicepresidente di Phillips Auction Miety Heiden, il direttore di Volta Art Fairs Kamiar Maleki, Joe La Placa di Cardi Gallery, Ania Catherine e Deheja Ti di Operator, Roxane Zand di Zand Fine Arts, curatori Abigail Miller, Kenny Schachter, James Putnam; Ekaterina Daminova di Gemini, David Gryn di Daata Art, Robert Norton di Verisart, Alex Esoteric di Right Click Save, fondatore di Fem Foundry Amy Williams; i modelli del momento Ariish Wol e Ikram Abdi; il designer/artista Joshua Scacheri, gli influencer Adrienne Everett, Jiawa Liu, Xenia Tchoumi, Tatum, Rocky & Louise Mazzilli, Jessica Ping-Wild e Mason Smilie; e le altre due donne fondatrici Anna Richey e Alla Ouvrova.

Gli ospiti hanno sorseggiato champagne e ottimi vini francesi di Domaine Des Jeanne e cocktail di Brewdog Distilling Co., mentre mangiavano tartine di Sarrion, e sono stati intrattenuti con un incredibile DJ set di Mr. CD, ballando fino a notte fonda.

La Galleria NFT collega il mondo fisico con il mondo dell’arte digitale

La Galleria NFT è stata fondata da Lynn Rosenberger e Lilien Hornung-Mary come un nuovo entusiasmante spazio fisico per collezionisti e creatori d’arte per acquistare, produrre e conoscere NFT e arte digitale. Perfettamente situata nel cuore della fiorente scena artistica di Londra, la NFT Gallery è il canale tra il mondo del collezionismo d’arte e la nuova era digitale dell’espressione creativa.

Tradizionalmente, le donne sono state sottorappresentate nel mondo dell’arte, della tecnologia e degli investimenti, quindi la Galleria NFT cerca di essere uno spazio importante per le partecipanti femminili per mostrare il loro talento e lavorare in modo più ampio nel settore dell’arte digitale.

Con una galleria di 270 metri quadrati in Dover Street a Mayfair, la NFT Gallery è la destinazione ideale per NFT e arte digitale. Disposto su due piani, lo spazio espositivo al piano terra offre un luogo per la visualizzazione di mostre NFT accuratamente curate e di altissimo livello. Il primo piano è dedicato all’apprendimento attraverso una serie di tavole rotonde, workshop ed eventi in collaborazione con i nostri partner e collaboratori ed-hub. Inoltre, è un punto di incontro per collezionisti, appassionati, artisti e galleristi.

La Galleria NFT collabora con creatori di NFT e arte digitale di fama internazionale per fornire ai collezionisti l’accesso a opere d’arte e collezioni esclusive. I collezionisti hanno la possibilità di acquistare NFT con facilità; il pagamento è accettato sia in criptovalute che in valute fiat con prova d’acquisto registrata su una blockchain, i collezionisti hanno quindi la possibilità di acquistare un TokenFrame al momento dell’acquisto di opere d’arte per visualizzare NFT nel proprio spazio.

Mostra 1 Tensione superficiale 9 giugno 2022 22 luglio 2022

Mostra 1: Tensione superficiale – 9 giugno 2022 – 22 luglio 2022

Surface Tension consente agli oggetti con una densità maggiore del liquido di riposare sulla loro superficie senza essere sommersi, creando un’impiallacciatura impenetrabile. Gli esseri umani usano le maschere allo stesso modo. La maschera, sia essa una barriera fisica o un travestimento, consente a chi la indossa di comportarsi in modo imprevisto o in modi diversi da quelli che normalmente si consentirebbero senza di essa. La maschera consente l’aldilà, la trasmissione di messaggi nascosti o meno. Per tutto il tempo la maschera seduce con la sua bellezza o disturba con la sua sgradevolezza, distraendo lo spettatore da ciò che c’è sotto.

Le donne sono gravemente sottorappresentate nella sfera NFT e nel mondo dell’arte in generale, sia come artisti che come collezioniste. Per la mostra inaugurale alla The NFT Gallery, mettiamo in evidenza le artiste che lavorano in entrambe le arene, smascherando la mistica attorno agli NFT. Esponiamo il lavoro di artisti NFT insieme al lavoro di artisti tradizionali e affermati a cui abbiamo commissionato la creazione di NFT in modo che ciascuno possa imparare dall’altro. Le opere e gli artisti non hanno bisogno di urlare di femminismo o femminilità per essere ascoltati o eguagliare il campo di gioco, la loro presenza fisica e persino virtuale rappresenta il loro valore.

Paulina Almira, Silia Ka Tung e Postwook creano i propri mondi e narrazioni per dare un senso al nostro. Le loro immagini colorate e giocose creano un velo, attirandoci alla scoperta dei meccanismi interiori più oscuri della mente. Al contrario, Sarah Meyohas smaschera sistemi e tecnologie attraverso il suo linguaggio visivo, Bitcoin, una criptovaluta supportata da opere d’arte fisiche, mette in discussione il valore speculativo della criptovaluta e il valore ineffabile dell’arte. Aitana Basquiat lavora con il motivo di un essere umano scultoreo per esplorare una visione surrealista mettendo in discussione ciò che ci rende umani mentre l’esperienza di Lili Eva Bartha consente ai vestiti di crescere sul corpo virtuale dello spettatore. Shadi Ghadirian, attraverso la sua fotografia color seppia, ci sfida a pensare ai ruoli di genere attuali e ai ritratti virtuali di donne immaginate della Rebel Society, i loro volti mascherati dal trucco, che puntano due dita verso il patriarcato.

I fondatori Lynn Rosenberger e Lilien Hornung Mary

I fondatori: Lynn Rosenberger e Lilien Hornung-Mary

Le passioni di Lynn risiedono nell’industria dell’arte e della moda, avendo fondato due start-up nei settori della tecnologia della moda e dell’arte/web3. Ha accumulato esperienza lavorando per varie aziende come Chocolate Films, Choice, Vetements e Subdued. Durante il suo periodo in queste aziende, ha sviluppato e ampliato le sue conoscenze in marketing, PR, acquisti e vendite. È un’imprenditrice appassionata che si riflette nelle missioni di entrambe le sue aziende. Il suo obiettivo è facilitare la vita dei consumatori e sostenere le donne nel settore. È mentore presso l’Instituto Marangoni dove si è laureata con lode in Fashion Business.

Lilien è un’imprenditrice recentemente co-fondatrice di The NFT Gallery e Vite, due società abilitate alla tecnologia che si concentrano principalmente su Art/web3.0, moda e beni di consumo che coinvolgono il mondo digitale per massimizzare l’esperienza del cliente. Ha lavorato nel settore della moda per aziende come Tomorrow, Wunderkind e Pepper nel marketing, nelle pubbliche relazioni, nei social media, nelle vendite e nella distribuzione. Lilien è una fanatica della tecnologia dichiarata con un interesse insaziabile per la blockchain e il suo impatto sulla moda e le arti. Oltre a lavorare su due recenti start-up, Lilien fa parte del Dior Mentorship Program, un programma di tutoraggio per giovani donne che intraprendono una carriera all’incrocio tra moda e commercio. Lilien ha conseguito un Bachelor of Fashion Business con lode presso l’Instituto Marangoni, Londra. Leader con il potere femminile e guidata dalla passione per creare cambiamenti trasformazionali in tutti i settori, mira a interrompere la visione per creare un futuro innovativo e luminoso che guida l’impatto.

Iscriviti a App Developer Magazine per soli $ 5,99 al mese e approfitta di tutti questi vantaggi.

Leave a Comment