Commercianti professionisti e investitori famosi

I trader professionisti si guadagnano da vivere grazie ai mercati finanziari, scambiando il proprio denaro o quello di altre persone. Ci sono professionisti del trading in tutte le aree dei mercati finanziari, inclusi forex, azioni, obbligazioni, futures e opzioni, e su tutti i tempi dei grafici, dai day trader agli investitori a lungo termine.

Ogni trader utilizza input diversi per prendere le proprie decisioni di trading e formare la propria configurazione commerciale. Alcuni usano l’analisi tecnica mentre altri scelgono l’analisi fondamentale, altri usano le statistiche o il flusso degli ordini e alcuni usano una combinazione di metodi. Per fare trading come un professionista, alcuni trader al dettaglio replicano le loro strategie di trading, tecniche e tratti della personalità, i più riusciti dei quali sono discussi in questo articolo. Ciò non garantisce il successo personale, tuttavia, poiché ogni trader ha il proprio stile di trading, personalità e obiettivi generali e dovrebbe gestire il proprio rischio in base a questo.

Commercianti al dettaglio contro commercianti professionisti

I trader professionisti spesso vedono il trading come un’attività, mentre i trader al dettaglio no. Invece, i trader al dettaglio negoziano con maggiore flessibilità, senza un sistema collaudato o una strategia di trading che seguono in ogni operazione.

Questa è una delle principali differenze tra i commercianti professionisti e quelli al dettaglio: uno ha un sistema che segue meticolosamente, mentre l’altro no. Ciò significa che i trader al dettaglio possono anche avere successo sviluppando i propri sistemi di trading redditizi o imitando i sistemi del professionista.

Di seguito, diamo un’occhiata ad alcuni dei più famosi investitori e trader di tutto il mondo e come i loro metodi differiscono in teoria, pratica e strategia. Abbiamo anche scelto nomi importanti per riflettere il trattamento dei diversi mercati finanziari, ad esempio il trading azionario, il forex trading e l’analisi tecnica.

investitori famosi

Warren Buffett

A partire dal 2020, Warren Buffett è classificato tra le prime cinque persone più ricche del mondo. Nato nel 1930, Buffett ha accumulato oltre 80 miliardi di dollari di ricchezza investendo in società e azioni. Non solo assume posizioni nel mercato azionario, ma acquista società attraverso la sua società Berkshire Hathaway, che è una delle più grandi holding al mondo.

Berkshire Hathaway è un’azienda conglomerata che possiede più di 60 società, alcune delle quali sono nomi familiari, come GEICO, Duracell e Dairy Queen. Detiene inoltre grandi partecipazioni in società blue-chip come Coca-Cola, American Express e Apple. Le azioni Berkshire Hathaway sono disponibili per il trading su molte piattaforme di trading ed è noto per avere il prezzo delle azioni più alto al mondo, con il suo picco che ha raggiunto $ 350.000 nel novembre 2020.

La strategia di investimento e le decisioni di trading di Buffet si basano sui concetti di investimento di valore, reso popolare da Benjamin Graham all’inizio del 1900. Gli investitori di valore cercano prezzi delle azioni sottovalutati rispetto alle attività e ai guadagni della società. Buffett fa un ulteriore passo avanti, tenendo conto delle prospettive di crescita a lungo termine di un’azienda. Un’azienda può sembrare costosa sulla carta ma, se sta crescendo in modo significativo e dovrebbe continuare, potrebbe comunque essere un gioco di valore.

Buffet privilegia le aziende con basso debito, alti margini di profitto, prodotti esclusivi (e non facili da replicare) e con un alto ritorno sul patrimonio netto, rispetto ai peer della società. Questi tipi di rapporti sono i principali strumenti di trading che utilizza quando conduce l’analisi aziendale. Se tutte queste caratteristiche possono essere raggiunte a un prezzo ragionevole rispetto alle prospettive di crescita a lungo termine di un’azienda, Buffet considererebbe il titolo degno di un investimento.

Benjamin Graham

Benjamin Graham ha scritto il libro classico L’investitore intelligente, che è diventato ampiamente il manuale per gli investitori di valore in azioni. Ha anche co-scritto Analisi di sicurezza con David Dodd, che per primo ha portato all’attenzione degli investitori l’importanza di investire in titoli sottovalutati. Graham ha contribuito a introdurre il concetto di condurre l’analisi fondamentale per le aziende in un momento in cui il mercato azionario era molto speculativo.

Graham è nato nel 1894 a Londra e ha assunto Warren Buffett presso la Graham-Newman Corporation. È qui che Buffett ha ricevuto la sua prima formazione sugli investimenti di valore. Graham ha avuto rendimenti annuali di circa il 20% tra il 1936 e il 1956.

Il piano commerciale di Graham è meno interessato alle prospettive di crescita dell’azienda e più interessato al “margine di sicurezza”. Se una società avesse guadagni stabili che sono almeno leggermente aumentati nell’ultimo decennio, vorrebbe acquistare quelle società a un prezzo più conveniente. Per fare ciò, ha utilizzato rapporti prezzo/utili, senza mai pagare un multiplo superiore a 15 (ad esempio, se i guadagni annuali sono $ 2, il prezzo massimo delle azioni a cui comprerebbe è $ 30). Ha anche sottolineato l’importanza dei titoli che pagano rendimenti da dividendi elevati e bassi rapporti debito/equità e ha sottolineato che la diversificazione del portafoglio può aiutare gli investitori ad aumentare il proprio margine di sicurezza.

Graham ha anche richiesto che la società fosse in grado di pagare le bollette, desiderando un rapporto corrente superiore a 2 (attività correnti/passività correnti). Tendeva a evitare di investire in tecnologia e titoli finanziari, poiché sono tipicamente guidati dal debito.

Joel Greenblatt

Joel Greenblatt è un gestore di hedge fund e autore del bestseller Il piccolo libro che batte il mercato. Nato nel 1957, Greenblatt co-gestisce Gotham Funds con Robert Goldstein, che pone l’accento sui fondi comuni di investimento a lungo termine.

Greenblatt è principalmente un investitore in azioni. La strategia di trading delineata nel suo libro richiede l’acquisto e la vendita di azioni ogni anno. Gli input chiave per l’acquisto richiedono la classificazione delle azioni in base al rendimento (EBIT/valore aziendale) e al ritorno sul capitale (EBIT/ (attivo fisso netto + capitale circolante)). Il valore dell’impresa viene calcolato utilizzando la capitalizzazione di mercato e il debito, quindi il prezzo delle azioni viene preso in considerazione nell’equazione in base alla capitalizzazione di mercato (azioni in circolazione x prezzo dell’azione).

Raccomanda di investire nelle prime 20-30 società del mondo, secondo le quali si classificano più in alto in entrambe le categorie, con la pratica di acquistare un titolo, vendere un anno dopo e ripetere questo processo per trarre profitto dal trend rialzista della crescita. In un periodo di 17 anni prima della pubblicazione del libro nel 2005, la strategia ha avuto rendimenti annuali del 30,8%. Ulteriori informazioni sulle strategie di trading azionario.

commercianti professionisti

giorgio soros

George Soros è noto per essere un trader professionista con un patrimonio netto personale di oltre $ 8 miliardi a partire dal 2020. Quantum Group of Funds di Soros è una società privata che opera in un’ampia gamma di mercati, ma è forse più famoso per la sua speculazione del 1992 contro la sterlina britannica, che ha generato profitti per il suo fondo di circa $ 1 miliardo.

Soros fa scommesse con leva finanziaria elevata, che sono spesso di natura a breve termine. Crede che gli investitori creino alti e bassi del mercato con le proprie azioni, e quindi attende che gli investitori abbiano spinto il prezzo troppo in alto o in basso, rispetto a ciò che i fattori macroeconomici suggerirebbero. Ciò fornisce una configurazione commerciale ideale mentre il prezzo si svolge nell’altro modo.

Ad esempio, nel 1992, la sterlina britannica è stata puntellata artificialmente, ma Soros credeva che fosse insostenibile. Ha messo in cortocircuito la sterlina e, quando l’elica artificiale è stata rimossa, il valore della sterlina è diminuito, rendendolo un trader forex particolarmente di successo.

Bill Williams

Bill Williams ha vissuto dal 1932 al 2019 e ha contribuito al campo dell’analisi tecnica. È noto per lo sviluppo di vari indicatori tecnici da utilizzare nel trading, come l’Alligator Indicator, Fractals Indicator e Awesome Oscillator, tra gli altri. Questi sono discussi nel suo Caos commerciale serie di libri.

L’indicatore Alligator fornisce la tendenza generale, poiché si basa su una combinazione di medie mobili. L’indicatore Fractal segna i punti alti e bassi a breve termine, mentre l’Awesome Oscillator fornisce conferma o avverte di divergenza.

Questi indicatori possono essere utilizzati insieme o da soli come parte di una strategia di trading, anche se, come discusso all’inizio dell’articolo, delle chiare linee guida di acquisto e vendita devono governare tutte le operazioni al fine di creare un sistema di trading come quelli utilizzati dai trader professionisti . Gli indicatori tecnici dovrebbero essere usati con parsimonia e in combinazione con altre pratiche di analisi tecnica e fondamentale.

Joe Kunkle

Joe Kunkle è il fondatore di Options Hawk, analista di ricerca presso Relativity Capital ed ex analista azionario presso Thomson Reuters. Kunkle si concentra principalmente sulle opzioni e sul trading azionario, combinando i dati delle opzioni con i fondamentali delle azioni per sviluppare nuove idee commerciali.

L’investimento tematico è un interesse particolare di Kunkle e si concentra su temi di investimento che secondo lui potrebbero far aumentare i prezzi di alcune azioni negli anni a venire. Trova queste opportunità osservando il flusso degli ordini delle opzioni, che vede come un indicatore principale per i prezzi delle azioni, e esaminando anche i fondamentali delle azioni che segue.

Kunkle ha creato una serie di panieri di azioni tematiche che i trader possono negoziare tramite spread bet e CFD, due prodotti derivati ​​che consentono di speculare sui movimenti di prezzo degli strumenti senza assumerne la proprietà diretta. I panieri di azioni sono prodotti esclusivi di CMC Markets e sono simili ai fondi comuni di investimento o ai fondi negoziati in borsa (ETF), che detengono più titoli su cui i trader al dettaglio possono negoziare con costi di partecipazione inferiori e commissioni di azioni pari a zero. I temi di esempio includono fintech, prodotti diretti al consumatore e lavoro a distanza. Scopri di più sul trading delle scarpe da ginnastica con azioni di Joe Kunkle.

Caratteristiche di un trader di successo

I trader di successo condividono tutti alcuni tratti comuni che sono spiegati più dettagliatamente di seguito.

  • Hanno il loro sistema commerciale che seguono e di cui si fidano.
  • Commerciano solo quando hanno un vantaggio basato sul loro sistema. Se non è presente alcun vantaggio, non commerciano per il bene di esso.
  • Controllano il loro rischio. Mentre alcuni usano gli stop loss e altri escono dal loro commercio quando la loro tesi viene smentita, i trader di successo non ottengono successo subendo enormi perdite. Li tagliano quando sono piccoli.
  • Sono esperti in un determinato mercato o campo di negoziazione. Invece di provare a fare trading su tutto, in più modi e su tutti i tempi dei grafici, si attengono a ciò che sanno e in cui hanno esperienza.

Strumenti utilizzati dai trader professionisti

I commercianti hanno bisogno di strumenti. In definitiva, hanno bisogno di dati, che si presentano in molte forme, come dati sui prezzi, fondamentali e di correlazione. L’elenco continua. Tali strumenti sono disponibili in piattaforme di trading, software di creazione di grafici e fornitori privati.

I professionisti non si limitano ai soli investimenti; possono anche negoziare derivati ​​come Spread Betting o CFD, che consente loro di speculare su una rapida azione dei prezzi e di trarre vantaggio da minuscole variazioni di prezzo che un investitore potrebbe non individuare. Scopri di più sulle differenze tra i due.

Come pensare come un trader professionista

Pensare come un trader professionista, spesso chiamato psicologia del trading, richiede di lavorare sugli aspetti mentali del trading. Tutti gli esseri umani hanno pregiudizi intrinseci, a vari livelli, che possono farci deviare anche dal piano più ben strutturato.

Un esempio di questo è che non ci godiamo la perdita e tendiamo a evitarla ove possibile. Questo può tradursi nel trattenere le operazioni in perdita troppo a lungo, nel non voler realizzare quella perdita e ammettere che è reale. I trader professionisti tendono a ridurre le perdite in modo calcolato.

Un altro bias è il bias di attività. Questa è la vocina nel nostro cervello che ci dice che per essere buoni trader, dobbiamo essere attivi. Tuttavia, questo non è sempre il caso. A volte, potrebbe essere meglio sedersi nelle nostre mani e lasciare che un profitto di trading corrisponda, o rimanere fuori quando le condizioni non sono favorevoli. Le strategie dei trader professionisti dicono loro quando essere attivi e anche quando rilassarsi.

Per pensare come un trader professionista, considera i punti deboli del tuo trading, come prendere profitti troppo presto, trattenere perdite troppo a lungo o over-trading. Sebbene alcuni di questi problemi siano comuni a molti trader, ogni trader avrà difficoltà a vari livelli con i propri problemi. Dovresti diventare consapevole di queste debolezze o difetti e successivamente trovare il modo di limitare il loro impatto negativo sulla tua strategia di trading. Questo è un approccio proattivo, invece di ripetere sempre gli stessi schemi di trading e di pensiero dannosi.

Leave a Comment