Ecco il nostro piano di trading per sopravvivere alla tempesta, ottenere 7% + dividendi

Ascolta, sono pronto che questa svendita finisca come te. E quando le azioni scendono, facendo salire i rendimenti dei dividendi verso il cielo, io così malamente vuole fare il backup del camion.

In quanto investitori di dividendi focalizzati sul valore, l’acquisto di cali è ciò per cui viviamo. Stare seduti in contanti è angosciante per me, come sono sicuro che lo sia anche per te.

Ma non è ancora il momento. Ecco perché l’ho consigliato solo un titolo quest’anno nel mio Rapporto sul reddito contrarian servizio, esortando i miei lettori ad accumulare contanti. E dopo l’incendio del cassonetto di giovedì scorso, siamo sicuramente contenti di averlo fatto!

Abbiamo anche alleggerito il nostro portafoglio in questi ultimi mesi, includendo alcuni buoni profitti su tre titoli bancari che abbiamo venduto a maggio:

Vendita di azioni bancarie

Non c’era niente di sbagliato in questi tre: stavano solo beneficiando dell’iniezione di liquidità della Fed nei mercati e del divario tra il Tesoro (a cui prestano ai clienti) e il tasso ufficiale della Fed (a cui si prestano a vicenda) .

Ora che Powell ha esagerato e lascia che la Fed tassi i margini di profitto delle banche, quindi era ora di dire addio. E così facendo abbiamo preso dei bei profitti dal tavolo.

I fondi chiusi sono in cima alla nostra lista

Una delle cose migliori che saremo molto interessati ad acquistare quando il fumo si sarà diradato sono i fondi chiusi ad alto rendimento (CEF). Questi veicoli sono ideale perché spesso negoziano sul mercato aperto a livelli diversi (e di solito con sconti!) rispetto al valore per azione dei loro portafogli, o valori patrimoniali netti (NAV) nel linguaggio CEF.

I CEF sono economici ora, ma mi aspetto che diventino ancora più economici tra un paio di mesi. Quindi, quando le loro “finestre di sconto” si chiuderanno (o torneranno a livelli più normali), catapulteranno i nostri prezzi CEF più alti.

Quello sarà un molto una bella ricompensa per la nostra pazienza di oggi, oltre al 7% di dividendi che i CEF pagano regolarmente.

Iniziamo ora a guardare a quei giorni più luminosi, iniziando la nostra lista della spesa CEF. Eccone tre da mettere vicino alla cima:

Lista della spesa CEF n. 1: un dividendo del 6,3% alimentato da megatrend

Quando si tratta di investire in CEF, chiediamo un’altra cosa, oltre a sconti e dividendi: i megatrend! E semplicemente non c’è megatrend più prevedibile dell’invecchiamento della popolazione statunitense. Certo, è stato completamente oscurato dal COVID, ma è ancora lì e sta accelerando.

Secondo un recente rapporto Reuters, circa il 16,5% della popolazione degli Stati Uniti, ovvero circa 54 milioni di persone, ha più di 65 anni. Entro il 2040, solo tra 18 anni, quel numero salirà a 74 milioni, con un aumento del 37%.

Ciò porterà direttamente a un aumento della spesa sanitaria e la nostra prima scelta della “lista della spesa” è ben posizionata per trarre profitto: il Fondo BlackRock per le scienze della salute (NYSE:), che rende il 6,3% e sfoggia un premio del 2% sul NAV che prevedo venga ritirato nelle prossime settimane, creando un bel sconto per noi.

BME aiuta anche a ridurre il nostro rischio attenendosi ai grandi titoli farmaceutici come Johnson & Johnson (NYSE:), Pfizer (NYSE:), e AbbVie (NYSE:).

Infine, questo fondo non solo paga un alto rendimento, ma lo è in crescita anche il suo payout, con un aumento del 6,5% annunciato lo scorso ottobre. Con le tendenze favorevoli che abbiamo creato per l’assistenza sanitaria nei prossimi anni, è probabile che siano in arrivo ulteriori aumenti.

“Lista della spesa” CEF n. 2: un dividendo del 10% dall’aumento di “Nazione di noleggio”

Certo, la domanda di alloggi si sta attenuando, ma con ora circa il 6%, l’acquisto di una casa è ancora costoso. Questo sta inducendo molte persone a cambiare la loro caccia alla casa in una caccia all’appartamento.

Cavolo, ora ci sono guerre di offerte per appartamenti—a Filadelfia, ad esempio, gli affittuari offrono $ 500 o più al mese in più rispetto all’affitto pubblicizzato, secondo recenti rapporti.

Un CEF che ben si adatta a questa tendenza è il CBRE Clarion Global Real Estate Income Fund (NYSE:), che dedica il 16% del suo portafoglio ai REIT residenziali, la sua seconda assegnazione più grande.

Comunità del Sole (NYSE:), che ha parchi mobili e case mobili in tutto il sud, è tra le sue prime 10 aziende, così come invito a casa (NYSE:), che possiede case unifamiliari nell’ovest e in Florida.

Entrambi i titoli hanno lanciato forti aumenti dei dividendi, inclusi aumenti relativamente ampi alla fine dello scorso anno:

Le principali partecipazioni residenziali di IGR registrano un aumento costante dei pagamenti

Crescita dei dividendi delle azioni di Rental-Home

Crescita dei dividendi delle azioni di Rental-Home

Amiamo anche la diversificazione di IGR: le sue prime 10 partecipazioni includono altri REIT che offrono proprietà richieste, come il REIT di ripetitori cellulari Crown Castle International (NYSE:) e aziende di self-storage Spazio di archiviazione aggiuntivo e Cube Smart (NYSE:).

Il team di gestione di IGR sta facendo un ottimo lavoro nel consegnarci gli assegni di affitto in aumento che le sue società in portafoglio stanno raccogliendo: non capita spesso di sentire di un dividendo del 10% in crescita (soprattutto di questi tempi), ma è esattamente quello che sta succedendo con IGR:

Il dividendo (mensile) di IGR rende il 10% e cresce rapidamente

Crescita del dividendo IGR

Crescita del dividendo IGR

Fonte: CEF Connect

L’IGR è un caso da manuale del motivo per cui stiamo trattenendo l’acquisto ora: nonostante la carneficina del mercato, viene scambiato con un premio dello 0,85%. Come nel caso della nostra prima scelta, mi aspetto che il premio venga ritirato nelle prossime settimane, creando un’opportunità di sconto (e un rendimento potenzialmente ancora più elevato).

Lista della spesa CEF n. 3: un fondo di 93 anni che ha visto tutto

Fondo chiuso tri continentale (NYSE:)) non batterà record per il suo dividendo: rende il 4,6%, basso per gli standard CEF. Ma data la possibilità di scegliere tra TY e un fondo indicizzato, prenderò TY ogni volta.

Sto facendo quel confronto, tra l’altro, perché TY possiede le stesse cose del benchmark SPDR® S&P 500 (NYSE:), compreso Mela (NASDAQ:), Pfizer (PFE), Exxon Mobil (NYSE:), e Dow Inc. (NYSE:). Mette insieme questo portafoglio di azioni blue-chip per un dividendo che è il triplo dell’1,5% del paese SPY.

Inoltre ottieni uno sconto profondo, che si attesta al 12,4%, al di sotto dell’8,3% in media di TY nell’ultimo anno, e sospetto che avremo l’opportunità di acquistare ancora meno.

Non so voi, ma preferirei ottenere visibilità con più del mio ritorno in contanti da dividendi e in sconto! Che, a proposito, è qualcosa che ETF come SPY non offrono mai:

SPY non è mai economico

Grafico SPY senza sconto

Grafico SPY senza sconto

Infine, avremo un sacco di memoria istituzionale con questo: TY è stato lanciato nel 1929, appena prima della Grande Depressione, quindi si occupa di tutto ciò che l’economia può offrirgli, compreso l’aumento dei tassi. Questo potrebbe essere il motivo per cui, a differenza della maggior parte degli altri CEF, TY non utilizza quasi alcuna leva finanziaria: solo il 3% del portafoglio all’ultimo controllo.

Chiarimenti: Brett Owens e Michael Foster sono investitori di reddito contrarian che cercano azioni/fondi sottovalutati nei mercati statunitensi. Fai clic qui per scoprire come trarre profitto dalle loro strategie nell’ultimo rapporto, “7 titoli con una grande crescita dei dividendi per un pensionamento sicuro”.

Leave a Comment