I murales storici di Pittsburgh rinfrescati con nuova arte, realtà virtuale e altro | Arte visiva | Pittsburgh

clicca per ingrandire

Foto: Rob Long – Storia chiara

“Maria, Regina di Croazia” di Maxo Vanka

Il muralista croato-americano Maksimilijan “Maxo” Vanka ha utilizzato le pareti della Chiesa cattolica croata di San Nicola come tela, rendendo per sempre lo spazio di Millvale un luogo di culto e ispirazione artistica. La posizione insolita, sebbene sbalorditiva, rende anche difficile attirare il pubblico ad apprezzare le 25 opere, che combinano iconografia religiosa e immagini provocatorie.

Ora, la Society to Preserve the Millvale Murals di Maxo Vanka ha deciso di rinnovare l’interesse per i murales con nuove opere d’arte ispirate, tecnologia e sensibilizzazione della comunità.

La Società ospiterà Paint the Town Maxo, una festa per raccogliere fondi a sostegno degli sforzi di conservazione e educazione attorno ai murales. L’evento si svolgerà giovedì 19 maggio e includerà attività a tema Vanka, intrattenimento dal vivo e altro ancora.

L’evento segnerà anche l’inizio di Regalo per l’America 2.0: Nuove voci. Nuove Mura., una mostra di opere che rafforzano i temi dei murales di “giustizia, ingiustizia, esperienza dell’immigrato e maternità”, afferma il direttore esecutivo della società, Anna Doering.

L’affare annuale ritorna dopo due anni di essere online o annullato del tutto a causa della pandemia, con alcune modifiche.

“In genere ogni anno, quando facciamo questi programmi o questi eventi, abbiamo una parte significativa del programma che si svolge in chiesa, seduti, tutti una sorta di spalla a spalla”, afferma Doering, aggiungendo che quest’anno gli ospiti dovranno mostrare prova della vaccinazione e la maggior parte delle attività si svolgerà all’esterno del terreno della chiesa.

clicca per ingrandire
Chiesa cattolica croata di San Nicola - FOTO: FOTOGRAFIA PAWSBURGH

Foto: fotografia di Pawsburgh

Chiesa cattolica croata di San Nicola

Tuttavia, Doering afferma che la Società voleva mantenere l’evento “un tipo di luce” e usarlo come un modo per “reintrodurcirsi al pubblico attuale e al nuovo pubblico”.

“Nel 2020, 2021, abbiamo effettivamente fatto una discreta quantità di programmazione virtuale come tutti gli altri”, afferma Doering. “E abbiamo incontrato molte nuove persone che non sono mai state ai murales o non sono venute a uno dei nostri eventi prima. Quindi volevamo cogliere l’occasione per mostrare alla gente cosa abbiamo fatto negli ultimi anni e concentrarci su ciò che stiamo facendo in questo momento”.

Doering afferma che, sebbene i murales di Vanka siano meno di un “tesoro nascosto” di prima, sono ancora sconosciuti alle persone che vivono dentro e fuori Pittsburgh. Ammette che ci sono voluti 10 anni di vita in città prima che le venissero presentate le opere.

Per rimediare a questo, la Società fa una varietà di attività di sensibilizzazione della comunità, organizzando tour sia di gruppo che privati ​​e invitando studenti e insegnanti delle scuole a sperimentare i murales. Hanno anche creato un tour virtuale online a 360 gradi della mostra, che gli ospiti potranno sperimentare tramite visori VR all’evento Paint the Town Maxo.

“È qualcosa che abbiamo fatto e che abbiamo sempre voluto fare, è stato creare un tour virtuale, perché abbiamo così tante persone che non possono arrivare a Pittsburgh”, afferma Doering. “E volevamo trovare un modo per dare accesso al pubblico che, per qualsiasi motivo, forse non sarebbe venuto o non avrebbe potuto venire a vedere [the murals] nella chiesa.”

Doering dice che espandere la loro portata aiuta anche il loro gruppo a vedere i murales con occhi nuovi.

“Siamo davvero entusiasti di essere al punto in cui abbiamo parlato per anni della natura universale dei murales”, afferma Doering. “Penso che siamo sempre stati in grado di dimostrare la natura senza tempo dei murales. Avere tutte queste nuove prospettive nel murale ci sta aiutando a esplorare in qualche modo quell’universalità, un po’ come si relazionano con le persone. Quindi in realtà siamo davvero entusiasti perché veniamo istruiti su come le persone insegnano, sai, su come interpretare i murales da una prospettiva diversa”.

Regalo per l’America 2.0 si aggiunge a ciò consentendo agli artisti locali di dare il proprio contributo ai temi principali dei murales. Curata da Corey Carrington dei Deeper Than Grits Studios e resa possibile da The Opportunity Fund e The Pittsburgh Foundation, la mostra includerà opere dei membri del collettivo #notwhite Christiane Dolores e Maggie Negrete, dello street artist Max E. Gonzales e dell’artista Cue Perry.

clicca per ingrandire
Maksimilijan “Maxo” Vanka - FOTO: PER CORTESIA DELLA FAMIGLIA VANKA

Foto: Per gentile concessione della famiglia Vanka

Maksimilijan “Maxo” Vanka

Justin Dumas, marketing e media manager della Società, afferma che l’obiettivo dello spettacolo “era realizzare opere originali che riflettessero e riflettessero sui temi dei murales”.

“E questi lavori che hanno prodotto dovrebbero essere per un pubblico multigenerazionale”, afferma Dumas. “E quindi sembrava davvero appropriato con tutto ciò che accadeva dal punto di vista sanitario, politico, globale, tutti hanno trovato, sai, il loro punto di ingresso, il modo pertinente per loro di pensare e rispondere a questo”.

Regalo per l’America 2.0 servirà anche a mostrare l’impegno della Società nei confronti dei suoi sforzi di coinvolgimento della comunità, presentandosi al pubblico in una vetrina di Millvale sulla vetrina di North Avenue quest’estate. Le opere viaggeranno poi alla Duquense University entro la fine dell’anno.

Oltre a presentare i murales a un nuovo pubblico, Paint the Town Maxo continuerà anche gli sforzi di conservazione dei murales, originariamente creati tra il 1937 e il 1951, in modo che possano essere apprezzati dalle generazioni future. In questo momento, Doering afferma che i conservatori stanno lavorando attivamente sui murales di St. Francis e St. Claire. Hanno anche in programma di restaurare i murales sulle alte pareti e sul soffitto della chiesa, che secondo Doering richiederebbero anche riparazioni al tetto della chiesa.

“Devi venire a vederli in un modo per ricevere una sorta di drammatico prima e dopo le immagini dei dipinti”, afferma Doering. “Ma è davvero eccitante essere qui, e andrà avanti per tutta l’estate, con i conservatori che ci lavoreranno. Quindi abbiamo i nostri tour regolari durante tutta la settimana, tour privati ​​e pubblici, possono venire e possono vedere la conservazione in azione”.


Dipingi la Città Maxo. 18:00 gio, 19 maggio. Chiesa cattolica croata di San Nicola. Viale del Maryland 24, Millvale. $ 100-5.000. vankamurals.org

.

Leave a Comment