Il mining di criptovalute nel Tennessee orientale attira la preoccupazione della comunità

Almeno otto miniere di criptovaluta operano nel Tennessee orientale, più di una nel Kentucky meridionale.

NUOVO TAZEWELL, Tennessee — Di notte, Mikki Moondream Stump ascoltava i grilli e gli uccelli dal balcone della sua casa di Jellico. Poi, ha detto che un leggero ronzio ha cominciato a soffocare la pace e la tranquillità del suo quartiere rurale.

“Ho lasciato la nostra grande città per questo”, ha detto. “Vivevo vicino all’aeroporto. Non volevo quel ronzio. Non volevo quella distrazione”.

Ha detto che la distrazione proviene da un nuovo sito di mining di criptovalute vicino all’ex Jellico Motel.

File di macchine all’interno di scatole grigie lavorano 24 ore su 24 per convalidare le transazioni Bitcoin.

“Io ti mando un Bitcoin e tu gli mandi un Bitcoin. Tutte queste macchine stanno assicurando che sì, questa è una transazione legittima”, ha affermato Scott Wade, capo delle operazioni di Exponential Digital, in una riunione pubblica a febbraio.

Exponential Digital gestisce il sito di mining di criptovalute Jellico, oltre a quelli di Tazewell, Oneida, Crossville e Decatur.

La crescente presenza delle miniere sta sollevando obiezioni tra i residenti e preoccupazioni tra i funzionari eletti, secondo un’indagine di 10News.

Wade ha detto a 10News che le domande sulle operazioni necessarie per passare a PrimeBlock. I rappresentanti di PrimeBlock non hanno risposto alle nostre richieste di commento.

Ci sono almeno altre tre miniere di criptovalute nell’area: a Maynardville, Knoxville e Tri-Cities.

Wade ha affermato che Exponential Digital sta concentrando le sue operazioni di mining di criptovaluta nella regione della Tennessee Valley Authority, motivo per cui così tante sono comparse nel Tennessee orientale.

“Questo è un nuovo settore che sta entrando negli Stati Uniti e la nostra azienda sta aiutando a facilitare l’impostazione di queste operazioni”, ha affermato Wade. “Abbiamo scelto TVA per la loro grande affidabilità e per la loro potenza massima e, ovviamente, per le loro tariffe”.

Secondo CNET, la prima miniera a verificare un “blocco” di transazioni Bitcoin può guadagnare una ricompensa di circa 6,2 Bitcoin, che vale circa $ 225.000. Man mano che vengono creati più Bitcoin, la difficoltà di verificare i “blocchi” delle transazioni aumenta e le ricompense si dimezzano all’incirca ogni 4 anni. Questo si chiama “dimezzamento di Bitcoin”.

Il primo “blocco” è stato estratto nel 2009 e ha fatto guadagnare al minatore circa 50 Bitcoin. La ricompensa per i blocchi successivi è stata dimezzata nel 2012 a 25 Bitcoin, e di nuovo nel 2016 e nel 2020.

La fornitura di Bitcoin è limitata a un limite finale di 21 milioni, determinato nel codice sorgente della criptovaluta. L’ultimo Bitcoin dovrebbe essere pagato nel 2140, poiché la difficoltà di produrre di più diventa sempre più difficile nel corso degli anni e inizia a richiedere più potenza di calcolo.

Anche se l’operazione mineraria avrà successo, tuttavia, il sindaco della contea di Claiborne Joe Brooks ha affermato che la sua comunità non ne trarrà vantaggio.

“Assolutamente no. Non un po’ di questo viene a Claiborne County”, ha detto. “Sarà tassato commerciale. A parte questo, non ci sono entrate per la contea”.

Brooks ha detto che la miniera di criptovalute impiega una manciata di persone, anche se non è sicuro che qualcuno di loro sia locale.

Ha detto che la miniera di criptovalute di Tazewell può utilizzare fino a 20 megawatt di energia all’anno. Gli studi stimano che l’industria nel suo insieme utilizzi tanta energia quanto il paese dell’Argentina.

Le ventole funzionano 24 ore su 24, 7 giorni su 7 per prevenire incendi elettrici perché i server dei computer funzionano così duramente e così velocemente.

“Non è qualcosa che i vigili del fuoco volontari della contea di Claiborne sono in grado di gestire”, ha detto Brooks. “Non abbiamo le cose giuste, senza dover tagliare l’interruttore per mettere quelle [electrical] spegni il fuoco”.

Ha detto che la contea di Claiborne fa affidamento sul turismo per la sua vicinanza al lago Norris. La miniera di criptovalute si trova in cima a una collina, visibile dalla strada principale sulla strada a nord di Tazewell.

“È un pugno nell’occhio”, ha detto il sindaco. “È una di quelle cose che, quando la vedi, ti rimane l’impressione di un bellissimo paesaggio – e poi quello”.

CORRELATO: Sì, devi pagare le tasse sulla criptovaluta

La contea di Claiborne non può fare nulla per fermare la miniera di criptovalute perché non ha leggi sulla zonizzazione in atto per regolarle.

“Sei pericoloso se lo fai e pericoloso se non lo fai”, ha detto Brooks. “Sei pericoloso se hai una zonizzazione in atto e sei pericoloso se non ce l’hai”.

Nella contea di Campbell, Mikki Moondream Stump ha detto che sente che la sua comunità è stata delusa.

La gente le diceva che ci sarebbero stati posti di lavoro, Internet migliore e servizi elettrici migliori.

“Beh, non è successo”, ha detto. “Hai preso la nostra terra e hai messo questa cosa brutta proprio lì. Semplicemente non va bene per noi.”

Bitcoin, la criptovaluta più grande e popolare sul mercato, è spesso criticata come estremamente volatile con poche normative federali per proteggere gli investitori. Il 10 maggio, il valore di un singolo Bitcoin era di circa $ 31.000, in calo rispetto a circa $ 36.000 del venerdì precedente.

Gli esperti di Chainalysis, una piattaforma che analizza le tecnologie blockchain, hanno anche affermato che la criminalità crittografica ha raggiunto il massimo storico nel 2021, con circa 14 miliardi di dollari di criptovalute che sono cadute nei portafogli associati a hacker, frodi e truffe.

Leave a Comment