L’industria delle criptovalute esercita la sua influenza a Washington dopo aver versato oltre $ 30 milioni in campagne

Jtsorrell | Istock | Getty Images

Rep. USA Ritchie Torres, DN.Y., ha invitato i newyorkesi a sostenere il mercato delle criptovalute in un editoriale di marzo sul New York Daily News intitolato “Un caso liberale per la criptovaluta”.

“Con una capitalizzazione di mercato multimiliardaria, le criptovalute sono qui per restare. Non andranno da nessuna parte. New York City dovrebbe e deve abbracciare le criptovalute se vuole rimanere la capitale finanziaria del mondo”, ha scritto Torres, che siede alla Camera Comitato per i servizi finanziari.

Torres non ha menzionato due imminenti sostenitori del settore delle raccolte fondi che stavano organizzando per lui ad aprile. Gli investitori di criptovalute Ben Horowitz, Anthony Albanese e Chris Dixon, leader della società di venture capital Andreessen Horowitz, hanno ospitato il “Ritchie Torres Ethereum Fundraiser” presso l’elegante discoteca privata Zero Bond a New York City il 13 aprile, secondo gli inviti visualizzati dalla CNBC. Uno degli ospiti ha promesso “cocktail e conversazione” con Torres, chiedendo ai donatori di contribuire tra $ 500 e $ 5.800 per partecipare all’evento. Un altro invito suggerisce che i donatori contribuiscano in ether, un tipo di criptovaluta che viene scambiata a circa $ 2.000.

Horowitz, Albanes e Dixon non hanno risposto alle richieste di commento. Un aiutante di Torres ha confermato i dettagli della raccolta fondi.

L’editoriale di Torres e il suo continuo sostegno al Congresso indicano la crescente influenza dell’industria delle criptovalute a Washington, DC Non solo l’industria ha assunto più di 200 funzionari e personale dalla Casa Bianca, dal Congresso, dalla Federal Reserve e dalle campagne politiche, secondo il Tech Transparency Project, i dirigenti delle criptovalute hanno contribuito con oltre 30 milioni di dollari a candidati e campagne federali dall’inizio del ciclo elettorale del 2020, secondo i registri della Commissione elettorale federale. Questi investimenti hanno iniziato a pagare dividendi quando i dirigenti delle criptovalute hanno ottenuto udienze a Capitol Hill e hanno contribuito a garantire il sostegno degli emendamenti al progetto di legge sulle infrastrutture da 1 trilione di dollari del presidente Joe Biden, affermano gli assistenti del Congresso.

Soldi e influenza

Gli investitori di criptovalute hanno istituito almeno due nuovi comitati di azione politica proprio quest’anno, con decine di milioni di dollari, volti ad aiutare i legislatori favorevoli all’industria a essere eletti al Congresso. Sam Bankman-Fried, CEO dell’exchange di criptovalute FTX, è la forza principale dietro il comitato di azione politica Protect Our Future, che ha raccolto oltre 14 milioni di dollari e potrebbe far pendere la bilancia nelle gare House in Ohio e Oregon.

Il PAC ha già approvato Torres, che ha detto a NBC News il mese scorso di aver ricevuto contributi “minimi” dalla campagna dal settore.

Fred Wilson, partner della società di venture capital Union Square Ventures, anch’essa fortemente investita in criptovalute, ha co-ospitato un altro evento di raccolta fondi per Torres ad aprile, ha confermato l’assistente del legislatore. L’aiutante, che ha chiesto di non essere nominato perché gli eventi erano privati, ha notato che la raccolta fondi Wilson era stata riprogrammata ad aprile dopo che originariamente doveva svolgersi a dicembre.

Bankman-Fried; Anthony Scaramucci, fondatore di SkyBridge Capital, che è stato il direttore delle comunicazioni di breve durata di Trump; e i fratelli Bart e Bradford Stephens, co-fondatori di Blockchain Capital, hanno donato finora oltre 20 milioni di dollari messi insieme nel ciclo elettorale del 2022, secondo i registri della FEC. Bankman-Fried, ad esempio, ha contribuito con 5 milioni di dollari al super PAC Future Forward pro-Biden durante la fortunata corsa del presidente alla Casa Bianca nel 2020.

I membri del gruppo di finanziatori di criptovalute hanno anche lanciato e finanziato GMI PAC in questo ciclo, con l’obiettivo di spendere $ 20 milioni per aumentare i candidati al Congresso. Ryan Salame, co-CEO di FTX Digital Markets, una sussidiaria dell’exchange di criptovalute FTX, si è unito come uno dei primi sostenitori del super PAC, insieme al co-fondatore di CMS Holdings Dan Matuszewski. SkyBridge Capital è stato uno dei sostenitori originali del comitato.

Bankman-Fried ha donato 2 milioni di dollari al super PAC a gennaio.

Contributi “minimi”.

Torres ha difeso i suoi eventi supportati dalle criptovalute in una dichiarazione alla CNBC, ribadendo di aver ricevuto contributi “minimi” da coloro che operano nel settore della valuta digitale.

“Durante i cicli elettorali del 2020 e del 2022, ho raccolto ben oltre $ 5 milioni, di cui le criptovalute rappresentano solo l’1%, da cui il termine ‘minimo'”, ha affermato Torres nella dichiarazione. “Detto tutto ciò, non c’è nulla di scioccante nel fatto che le persone sostengano i candidati che condividono le loro opinioni politiche. Questo è ciò che generalmente fanno gli elettori e i donatori”.

Il salame è emerso come un importante promotore della campagna, corteggiando i legislatori su entrambi i lati del corridoio. Ha lanciato l’American Dream Federal Action PAC ad aprile con $ 4 milioni in denaro iniziale, secondo Politico. Supporta I repubblicani lungimiranti “che vogliono proteggere la sicurezza economica e nazionale a lungo termine dell’America portando avanti decisioni politiche intelligenti ora”, secondo il sito web e i documenti della FEC.

Bankman-Fried, che ha rifiutato di commentare tramite il portavoce di FTX Peter Padovano, ha testimoniato giovedì davanti alla Commissione agricoltura della Camera in un’audizione intitolata “Cambiare i ruoli di mercato: la proposta FTX e le tendenze nei nuovi modelli di Clearinghouse”. Scaramucci e i fratelli Stephens non hanno risposto alle richieste di commento. Padovano non ha risposto alle mail di richiesta di parlare con Salame.

“Adoro FTX”

Salame ha donato $ 500.000 ad aprile a un super PAC strettamente allineato con il senatore. Thom Tillis, RN.C., membro del potente Comitato bancario del Senato, mostrano i documenti della FEC.

Tillis ha detto in privato agli alleati “I love FTX” dopo aver visto la donazione apparire nei registri FEC all’inizio di questo mese, secondo le persone che hanno sentito le osservazioni. Hanno chiesto di non essere identificati perché la conversazione era privata.

Daniel Keylin, un consulente senior di Tillis, ha detto alla CNBC in un’e-mail che il suo capo ha “espresso alcune preoccupazioni per l’industria delle criptovalute e la necessità che il Congresso si concentri su normative di dimensionamento corrette incentrate sulla protezione dei consumatori, consentendo al contempo al settore di continuare a innovare .”

Bankman-Fried ha detto ai membri della moderata New Democrat Coalition in una riunione di aprile che l’industria sosterrebbe alcune normative, ma è preoccupata per come alcune proposte influenzeranno il più grande business delle criptovalute.

Chiarezza

“Il suo messaggio è stato in qualche modo coerente con ciò che abbiamo sentito da molti diversi attori del settore, ovvero: ‘abbiamo bisogno di un po’ di chiarezza. Non ci opponiamo alla regolamentazione. Vogliamo la regolamentazione. Vogliamo una regolamentazione sulla protezione degli investitori. Ne vogliamo alcune chiarezza'”, Rep. Jim Himes, D-Conn., che è un membro della House Financial Services Committee ed era presente alla riunione, ha detto alla CNBC in un’intervista.

Nonostante tutta la sua crescente influenza, il settore non è riuscito a convincere l’amministrazione Biden a eliminare una disposizione nella sua legge sull’infrastruttura da 1 trilione di dollari che richiede ai broker crittografici di notificare l’IRS attraverso una forma 1099 di transazioni crittografiche.

“La gente di Crypto ha iniziato a impazzire” e ha iniziato a inondare gli uffici dei legislatori per far modificare quella disposizione dopo che i dettagli sono diventati pubblici l’anno scorso, secondo un collaboratore del Congresso.

I dirigenti, tuttavia, sembrano essere riusciti a convincere un gruppo bipartisan di senatori a guidare gli sforzi del Congresso che avrebbero potuto avere un impatto sulla misura.

Presidente della Commissione Finanze del Senato Ron Wyden, D-Ore. e la classifica della commissione bancaria del Senato Il repubblicano Pat Toomey della Pennsylvania ha originariamente co-sponsorizzato un emendamento relativo alle criptovalute. Senso. Cynthia Lummis, R-Wyo.; Rob Portman, R-Ohio; Mark Warner, D-Va.; e Kyrsten Sinema, D-Ariz. ha anche firmato gli emendamenti legati alle criptovalute. La Casa Bianca ha sostenuto l’emendamento Warner, Portman e Sinema.

Lummis è anche un investitore del settore; ha acquistato tra $ 50.001 e $ 100.000 in bitcoin l’anno scorso, secondo uno dei suoi recenti rapporti di divulgazione finanziaria. Non è chiaro se detenga ancora i beni, il che è consentito dalle regole del Congresso.

Una disposizione avrebbe escluso minatori e sviluppatori di software dai nuovi requisiti fiscali imposti ai broker crittografici. L’altro avrebbe specificamente esentato i minatori di criptovaluta, che partecipano a sistemi di “prova di lavoro” come bitcoin ed ether, dalle disposizioni fiscali del disegno di legge.

Gli emendamenti non sono mai entrati nel disegno di legge finale che è stato successivamente firmato da Biden.

Dorsey ringrazia

Tuttavia, il co-fondatore di Twitter Jack Dorsey, che ha anche fondato la società di pagamenti digitali Block, ha ringraziato i legislatori per i loro sforzi. Dorsey ha fornito i suoi suggerimenti ai legislatori attraverso una serie di tweet che hanno anche suggerito come dovrebbe essere scritta la legislazione.

“A @RonWyden, @SenLummis, @SenToomey, @MarkWarner, @SenRobPortman, @SenatorSinema, @TedCruz, il rispettivo personale e tutti coloro che hanno lavorato alla disposizione “Crypto Tax Reporting” di legge sulle infrastrutture: grazie per il vostro lavoro per farlo bene. Possiamo offrire una semplificazione praticabile?” Dorsey ha twittato.

Wyden ha dichiarato in una dichiarazione alla CNBC che gruppi per le libertà civili, esperti di tecnologia e “gente dell’Oregon” hanno sollevato preoccupazioni sul fatto che la disposizione possa inavvertitamente regolamentare gli sviluppatori di software indipendenti.

“Dopo aver studiato la questione, sono giunto alla conclusione che un semplice chiarimento del linguaggio avrebbe dato alla comunità tecnologica la certezza di cui aveva bisogno, pur continuando a regolamentare i broker per garantire che nessuno possa usare le criptovalute per evitare di pagare le tasse dovute”, ha affermato.

Un rappresentante di Toomey ha rifiutato di commentare. I rappresentanti di Lummis, Warner, Portman e Sinema non hanno risposto alle richieste di commento.

‘correre selvaggio’

“C’è una consapevolezza generale che il mercato delle criptovalute, non regolamentato, selvaggio, che effettua transazioni finanziarie può essere un meccanismo per truffare, oltre che essere utilizzato da organizzazioni criminali”, Rep. John Garamendi, D-Calif., ha detto in un’intervista. L’industria sta facendo pressioni contro un disegno di legge che ha co-sponsorizzato che sottoporrebbe le piattaforme di trading di criptovalute a regolamenti simili a quelli delle banche assicurate a livello federale, nel tentativo di reprimere i russi che utilizzano valute digitali per eludere le sanzioni occidentali.

L’industria ha almeno una cosa a suo favore: possono volerci anni, anche decenni, prima che il Congresso dibattiti e adotti nuove regole che regolano complesse questioni di mercato.

I legislatori della Camera hanno bisogno di tempo per comprendere le complessità dell’industria delle criptovalute, ha affermato Himes. Quindi ci sono poche possibilità che il Congresso approvi una legislazione che tenga a freno il settore, almeno non in questa sessione del Congresso, ha affermato.

“Ho detto alla gente che non siamo a un punto in cui penso che inizieremo ad approvare la legislazione solo perché non siamo a un punto in cui c’è una massa critica di membri istruiti”, ha detto Himes. “Non credo che in questo Congresso passeremo una legislazione”, ha aggiunto, riferendosi a progetti di legge specifici per le criptovalute.

Il Congresso, tuttavia, potrebbe essere l’ultima delle preoccupazioni del settore.

Crollo delle criptovalute

L’amministrazione Biden sembra prendere l’iniziativa nel respingimento contro le criptovalute. Il presidente ha firmato un ordine esecutivo all’inizio di quest’anno chiedendo al governo di esaminare i rischi e i benefici delle criptovalute.

La Securities and Exchange Commission ha annunciato all’inizio di questo mese che sta quasi raddoppiando il suo personale responsabile della protezione degli investitori nei mercati delle criptovalute. Il segretario al Tesoro Janet Yellen ha chiesto una maggiore regolamentazione per ridurre il rischio di frode o transazioni illecite.

Yellen ha detto ai legislatori giovedì che il sell-off di criptovalute della scorsa settimana che ha cancellato oltre $ 200 miliardi dal mercato delle criptovalute ha illustrato la necessità di una regolamentazione federale.

“Questa è una delle settimane più dolorose nella storia delle criptovalute e una con cui faremo i conti per molto tempo a venire”, ha twittato venerdì Jake Chervinsky, il capo della politica presso il gruppo di lobbying cripto Blockchain Association.

Ha quindi incoraggiato i politici che il modo migliore per gestire le stablecoin è “seguire il processo richiesto dal [executive order]sviluppare un consenso bipartisan al Congresso, adottare nuovi regolamenti adatti allo scopo”.

Una corsa alla stablecoin Terra, ha fatto scendere il suo valore da circa $ 8 a meno di 30 centesimi. Le stablecoin sono un tipo di criptovaluta ancorata a un valore specifico, solitamente il dollaro, un’altra valuta o l’oro. La sua parità con il dollaro è ciò che, in teoria, lo rende stabile. Tuttavia, la volatilità del mercato delle criptovalute la scorsa settimana ha messo in discussione questa premessa.

“Abbiamo avuto una dimostrazione reale dei rischi”, ha detto Yellen, riferendosi al crollo del TerraUSD iniziato lunedì scorso.

“Abbiamo davvero bisogno di un quadro normativo per proteggerci dai rischi”, ha affermato Yellen. “Davvero, abbiamo bisogno di un quadro completo in modo che non ci siano lacune nel regolamento”.

.

Leave a Comment