L’intelligenza artificiale sostituirà anche i lavori creativi? 2022

L’intelligenza artificiale sostituirà anche i lavori creativi?

I robot alla fine prenderanno il mio lavoro? Nell’economia moderna, questa è una domanda frequente. Il cambiamento è già iniziato, ma un’analisi del World Economic Forum del 2016 ha stimato che entro il 2020 automazione e robotica costerebbero più di cinque milioni di posti di lavoro.

L’intelligenza artificiale ha ramificazioni economiche e sociali più significative che mai poiché le macchine cambiano la forza lavoro.

La pubblicità e altri settori creativi sono stati costretti a chiedersi se il processo creativo precedentemente ritenuto unico per il cervello umano sarebbe stato presto automatizzato dalle macchine. L’intelligenza artificiale è in grado di diventare l’ispirazione per nuovi concetti?

Dobbiamo prima arrivare a un concetto di creatività universalmente accettato per risolvere la questione se l’IA sia capace di creatività.

Iniziamo questo post definendo cosa non è la creatività: Stevan Harnad, uno scienziato cognitivo, afferma che i semplici processi mentali come l’imitazione, l’apprendimento e l’induzione non sono sempre creativi.

Se la scoperta delle risposte richiede di vedere il mondo in vari modi, l’IA non è solo creativa, ma ha anche potenzialmente un livello più elevato di intelligenza creativa.

Ad esempio, gli esseri umani raccolgono ancora esclusivamente informazioni sull’ambiente circostante. Nel frattempo, le macchine possono integrare una grande quantità di dati tramite Internet e produrre output completi in millisecondi.

Le macchine digeriscono le informazioni a una velocità inimmaginabile e trascendono i limiti biologici degli esseri umani.

Naturalmente, quando si tratta della nostra capacità di comprendere i dati sensoriali, gli esseri umani superano l’IA. Ma con investimenti sostanziali nella visione artificiale da parte di aziende come Google, l’IA sta iniziando a valutare accuratamente le qualità di un oggetto in modo simile a come facciamo affidamento sui nostri sensi per prendere decisioni.

L’intelligenza artificiale, o AI, è la capacità delle macchine di svolgere attività particolari che spesso richiedono intelligenza. Consente ai dispositivi di afferrare e completare compiti specifici. Detto questo, le macchine imparano indipendentemente dai dati storici senza l’intervento umano.

Milioni di occupazioni già esistenti saranno probabilmente eliminate dall’intelligenza artificiale, mentre ne verranno create milioni di nuove, alcune delle quali non ancora immaginate.

Attraverso il deep learning, i computer possono elaborare enormi volumi di dati non strutturati, inclusi testo, immagini e audio.

Esistono quattro diversi tipi di intelligenza artificiale:

  • Macchinari reattivi
  • Memoria limitata
  • Teoria della mente
  • Autocoscienza

L’intelligenza artificiale ha influenzato ogni aspetto della vita moderna per gli esseri umani perché è tutto intorno a noi.

  • Siri, Alexa e altri assistenti intelligenti
  • Auto a guida autonoma
  • Robo consulenti
  • Robot conversazionali
  • App di posta elettronica intelligenti
  • Cerca e consiglia algoritmi
  • Pagamenti elettronici
  • Raccomandazioni OTT
  • social media
  • Servizi di streaming musicale
  • Google Maps e Navigazione
  • Editor di testo e correzione automatica

La parte dei lavori che l’IA sostituirà

Nell’ambito del “The Future of Jobs Report 2020” del World Economic Forum, L’IA causerà la perdita di 85 milioni di posti di lavoro in tutto il mondo entro il 2025. Nonostante quanto possa sembrare terrificante, l’articolo continua affermando che nello stesso tempo verranno creati 97 milioni di nuovi posti di lavoro.

Comprendere l’Intelligenza Artificiale (AI)

La prima cosa che viene in mente alla maggior parte delle persone quando sente la parola intelligenza artificiale è tipicamente robot. Questo perché film e libri di alto profilo spesso includono macchine simili a quelle umane che portano scompiglio sulla Terra. Ma l’opposto è vero.

L’intelligenza artificiale si basa sull’idea che l’intelligenza umana può essere descritta in un modo che rende semplice per un computer duplicare e svolgere attività di qualsiasi complessità. L’intelligenza artificiale mira a emulare i processi cognitivi negli esseri umani.

Per quanto riguarda la definizione concreta di processi come l’apprendimento, il ragionamento e la percezione, i ricercatori e gli sviluppatori del settore stanno facendo progressi inaspettatamente rapidi. Alcune persone pensano che presto gli inventori potrebbero essere in grado di creare sistemi migliori di quelli che gli esseri umani sono attualmente in grado di apprendere o comprendere.

Altri sono ancora dubbiosi perché tutti i processi cognitivi implicano giudizi di valore influenzati dall’esperienza umana.

I criteri utilizzati per definire l’intelligenza artificiale in passato stanno diventando obsoleti come tecnologia si sviluppa. Ad esempio, le macchine che eseguono semplici calcoli o il riconoscimento ottico dei caratteri sul testo non sono più considerate come l’incarnazione dell’intelligenza artificiale perché ora consideriamo queste capacità parte di qualsiasi computer.

L’IA è in costante sviluppo per il bene di numerosi settori. Per il cablaggio delle macchine viene utilizzato un approccio multidisciplinare basato su matematica, informatica, linguistica, psicologia e altri campi.

Come viene utilizzata l’IA oggi?

intelligenza

Con vari gradi di sofisticatezza, l’IA è attualmente ampiamente utilizzata in varie applicazioni. Le implementazioni AI più popolari includono algoritmi di raccomandazione che suggeriscono cosa potrebbe piacerti dopo e chatbot che possono essere trovati su siti Web o sotto forma di altoparlanti intelligenti (ad esempio, Alexa o Siri).

L’IA viene utilizzata per automatizzare i processi di produzione, ridurre il lavoro cognitivo ridondante e creare previsioni per il tempo e l’economia (ad es. le tasse contabilità o redazione). L’intelligenza artificiale viene anche utilizzata per comprendere la lingua, guidare veicoli autonomi, giocare e fare molte altre cose.

Come viene applicata l’IA in ambito sanitario?

L’intelligenza artificiale viene utilizzata nelle strutture sanitarie per supportare le diagnosi. L’intelligenza artificiale è eccellente nell’individuare piccole irregolarità nelle scansioni e può effettuare diagnosi più accurate sulla base dei sintomi e dei segni vitali di un paziente.

L’IA viene anche utilizzata per classificare i pazienti, tenere traccia e conservare le informazioni mediche e gestire i reclami assicurativi. I futuri progressi tecnologici includono il giudizio clinico collaborativo, infermieri o medici virtuali e chirurgia robotica assistita dall’intelligenza artificiale.

Usi futuri dell’IA

Come l’aumento esponenziale della tecnologia dei database alla fine del 20° secolo, l’IA si sta sviluppando a un ritmo vertiginoso. Il valore dei dati è aumentato a causa del vorace appetito dell’IA per l’archiviazione, la conservazione e l’analisi dei dati.

Il termine “metaverso” è apparso per la prima volta nel libro di fantascienza “Snow Crash” nel 1992. All’epoca era considerato troppo lontano nel futuro e un’idea di fantascienza. Ma ora, a meno di 30 anni di distanza, è quasi una realtà.

Una realtà virtuale unica, globale e completamente immersiva è nota come metaverso. In poche parole, è una realtà alternativa resa possibile attraverso la realtà virtuale e aumentata.

Un metaverso è ora utilizzato nel settore dei videogiochi. Questo potrebbe benissimo diffondersi nella vita quotidiana. Il metaverso può ospitare qualsiasi evento, comprese conferenze, riunioni, matrimoni e feste. Le sue applicazioni sono praticamente illimitate.

L’IA può sostituire la creatività umana nei lavori creativi?

intelligenza

Gli esseri umani stanno tentando di creare un sistema che imita la loro intelligenza. Per raggiungere questo obiettivo è necessario un punto di partenza. Qual è il punto di partenza? Una grande quantità di informazioni.

Dobbiamo prima alimentare un computer con migliaia di fotografie di tigri e leoni se vogliamo che li distingua. L’intelligenza umana, tuttavia, è uno strumento versatile.

Un dispositivo con la capacità di fare scelte, produrre, imparare, crescere, essere ispirato da una vita di esperienze, sentire, entrare in empatia e pensare in modi nuovi per inserire un piolo quadrato in un foro rotondo.

Creatività

Albert Einstein una volta disse: “La creatività è vedere ciò che vedono tutti gli altri e pensare ciò che nessun altro pensa”.

Il settore pubblicitario è molto probabilmente il miglior esempio di ciò. Questo settore potrebbe aver fatto il miglior uso dell’IA. Ha sviluppato campagne che hanno vinto premi.

“The Next Rembrandt” è una fantastica illustrazione di come l’IA può essere utilizzata al massimo delle sue potenzialità per comprendere la tecnica pittorica, l’uso del colore, l’illuminazione, l’interesse per gli argomenti, ecc., del Maestro olandese. Quindi, utilizzando tutte queste informazioni, può essere creato un dipinto contemporaneo che imita il suo stile.

Ma le macchine non possono mai sapere se Rembrandt sarebbe cambiato o se i suoi interessi si sarebbero rivolti a un diverso tipo di pittura o soggetto.

Empatia

Comprendere i problemi e la realtà delle persone ci consente di costruire il prodotto più incredibile basato su queste intuizioni. L’IA può raccogliere e compilare fatti, ma non comprenderà mai appieno le motivazioni umane.

I dati possono rappresentare l’attività di una persona nel corso di giorni o mesi, ma non possono spiegare il “perché” dietro tali attività.

Questa particolare caratteristica umana è ciò che ci distingue dall’IA. Questa caratteristica consente alle persone di progettare e produrre beni utilizzando un giudizio più approfondito e ben informato.

Teoria della mente

Una rete di emozioni permea la psiche umana, influenzando sia la cognizione che la condotta. L’IA dovrebbe comprendere la complessità umana e prendere decisioni dopo aver riflettuto sulle sue azioni per sostituire la creatività. Attualmente è al di là delle capacità della tecnologia AI.

Conclusione

L’intelligenza artificiale è stata creata grazie all’intelletto più straordinario posseduto dagli umani. Tuttavia, è un sistema basato su dati, regole e algoritmi preesistenti.

Il sistema dipende da queste regole e algoritmi precisi per elaborare i dati che gli sono stati forniti. Può raccogliere, connettere ed elaborare dati più velocemente delle persone? Non ho dubbi. Può raggiungere i capisaldi dell’immaginazione e poi andare molto oltre? No.

Gli esseri umani sono dotati di intelligenza e di un naturale desiderio di apprendere e svilupparsi. Sforzati di superare i limiti. Cambia continuamente. Uno strumento chiamato intelligenza artificiale è stato creato per aiutarci nel nostro percorso verso l’eccellenza. Né più né meno. Abbiamo sviluppato l’IA per comodità per aiutarci a mantenere il nostro livello di brillantezza creativa.

modificato e corretto da nikita sharma

Leave a Comment

Your email address will not be published.