Mothergunship: Forge Review – Roguelite terribilmente divertente

Mothergunship: Forge non è una rivelazione roguelite, ma il suo gancio centrale crea un divertimento oltraggioso. Ecco la nostra recensione completa su Mothergunship: Forge.


L’ho chiamato Golia e l’ho amato. Era dotato di un fucile a catena nella parte anteriore che faceva a pezzi chiunque osasse ostacolarlo. Era alimentato da fulmini a catena che rimbalzavano tra i nemici al contatto e mine acide che inquinavano l’aria nel tempo. Seduti a due angoli di 45 gradi su entrambi i lati c’erano rispettivamente un blaster e un fucile devastanti e in gran parte poco pratici. Con una semplice pressione di un grilletto, si è scatenato l’inferno. Ha fatto sparire le barre della salute in pochi secondi.

Per un po’ è stato perfetto. Anche l’amore per il cinema. E poi sono morto, condannando la mia creazione agli archivi. La perdita ha ottenuto un pesante tributo.

Questo è il ciclo di Mothergunship: Forge, un gioco sulla costruzione di armi sempre più ridicole nel corso di una corsa del suo dungeon roguelite, arrivando il più lontano possibile e poi ricominciando da capo. È uno sparatutto a onde che aiuta a ringiovanire un genere che credevo da tempo ridondante.

Essendo un roguelite, avrai familiarità con la struttura principale. Ti muovi tra stanze casuali, incapace di progredire finché non hai sconfitto tutti gli avversari nell’area data. Alla fine di ogni incontro ti verrà assegnata una ricompensa, che si tratti di denaro, potenziamenti o nuove parti di armi, quindi scegli quale porta attraversare in base alla prossima ricompensa offerta. Raggiungi abbastanza lontano e incontrerai boss che sbarrano la strada verso nuove aree più difficili con tre livelli in totale.

Mothergunship: recensione di Forge I fatti

Piattaforme: Ricerca, PC VR tramite Steam
Data di rilascio: fuori ora
Sviluppatore: Giochi di postura terribili
Prezzo: $ 19,99

È anche un po’ un gioco da inferno di proiettili. La tua testa è l’unica area che può subire danni, quindi devi semplicemente inclinarti e schivarti per evitare il fuoco in arrivo, anche se spesso è più facile a dirsi che a farsi (c’è anche un’opzione di locomozione regolare all’interno di una piccola area, per coloro che voglio/ne ho bisogno). Muori ed è tutto il ritorno all’inizio, anche se afferrare cristalli viola (che il gioco si preoccupa di non nominare correttamente) contribuirà a potenziamenti iniziali opzionali come più salute o munizioni.

Niente di tutto ciò è particolarmente nuovo e, in tutta onestà, chiunque sia stanco dei roguelite VR come Until You Fall, In Death e Sweet Surrender probabilmente non sarà conquistato da questa configurazione stereotipata. Ma è l’approccio unico del gioco alla personalizzazione delle armi che distingue davvero Forge.

Oltre a potenziamenti per armi e denaro, puoi anche ottenere nuove parti di armi tra le battaglie. Ciò include connettori che ti consentono di agganciare una porta a uno dei polsi, dandoti accesso a ancora più porte. A questi, puoi allegare diversi tipi di armi; pistole a colpo singolo, lanciagranate, blaster standard o persino una scatola della pizza che spara fette affilate come rasoi. Puoi anche occupare slot con aggiornamenti che alterano la corsa come aumentare la salute, o anche semplicemente aggiungere più connettori per fornire più porte a diverse angolazioni.

Lo sviluppatore Terrible Posture Games ha già dedicato del tempo a perfezionare questa meccanica con l’originale Mothergunship per PC e console, ma prende davvero vita in VR. Unire le parti è sia una scienza folle che assolutamente perfetta, richiedendo momenti per riorganizzarsi. Potresti avere una pistola che fornisce una raffica costante di proiettili nella parte anteriore, ma copre altri angoli con lanciarazzi e granate. Oppure raccogli uno sciame di fucili che si diffondono su un’area enorme. Puoi persino unire gli scudi per diventare una fortezza impenetrabile. E, poiché questo è in VR, puoi utilizzare qualsiasi lato della pistola che desideri con una semplice rotazione del polso.

Trovo difficile sopravvalutare quanto sono affezionato a questo sistema e il modo in cui mi ha invogliato a continuare a giocare per vedere qualunque follia invenzione potrei mettere insieme in seguito. C’è una quantità infinita di combinazioni, soprattutto se consideri che puoi costruire armi su Entrambi braccia.

Se c’è qualcosa da criticare nell’approccio è che vorrei che Terrible Posture Games fosse andato oltre. La stragrande maggioranza delle build ti consentirà di assemblare armi semplici ed è un peccato che tu non sia costretto a essere più dinamico e adattabile; munizioni limitate avrebbero potuto significare cambiare improvvisamente la direzione del braccio nel mezzo del combattimento e connettori dalla forma strana sarebbero stati fantastici per mettere insieme armi da fuoco Frankenstein.

Ci sono anche alcuni intoppi quando si tratta di design e posizionamenti dei nemici. Forge ha una buona varietà di nemici da affrontare che ti fanno destreggiare tra le tue priorità, ma alcuni sono un po’ sopraffatti o semplicemente rotti. C’è un robot di salute che ricarica i nemici in un lampo ma, se un altro si genera nella stessa stanza, praticamente non puoi ucciderli con nient’altro che la build più distruttiva. Ci sono anche generatori di scudi che possono proteggere gli altri e, se proteggono un nemico seduto di fronte all’unità, non sarai in grado di abbatterlo con qualcosa di simile alla velocità richiesta per sopravvivere.

Ma ogni morte in Forge è semplicemente un’opportunità per ricominciare, e il gioco soddisfa i requisiti per darti abbastanza ricompense permanenti tra una corsa e l’altra per farti tornare indietro. Ciò include nuovi potenziamenti iniziali, parti di armi extra e persino modalità diverse come difficoltà più facili e più difficili, corse basate su sfide e molto altro. Certo, ha la stessa imbottitura di qualsiasi roguelite, ma lo fa bene come ci si potrebbe aspettare.

E tutto questo senza nemmeno menzionare la modalità cooperativa del gioco, anche se è vero che non è un ruolo da protagonista. È divertente affrontare la costruzione di armi insieme, ma il gioco non sembra davvero progettato per due giocatori, e più come questa modalità è stata inclusa per spuntare una casella.

Mothergunship: Forge Review – Impressioni finali

Strutturalmente, Mothergunship: Forge è un gioco VR familiare in un genere ipersaturato. Ma la sua caratteristica centrale che ti consente di personalizzare all’infinito un enorme arsenale di armi è così ben realizzata che puoi facilmente spazzare via ogni senso di deja vu. Portare quel gancio originale dal gioco a schermo piatto alla realtà virtuale rivoluziona completamente il modo in cui funziona la meccanica e ti ritroverai a tornare per le corse più e più volte non solo per progredire ulteriormente nel gioco ma semplicemente per vedere quale arma di distruzione senza precedenti puoi frustare avanti il ​​prossimo. Gran parte di Mothergunship: Forge è un vero e proprio sparatutto VR, ma quando avvii quel lanciagranate extra e lo accendi con una flotta di mine di lava, ciò che è vecchio è di nuovo nuovo.

Carica recensione VR consigliata

UploadVR ha recentemente modificato le sue linee guida per le recensioni e questa è una delle nostre nuove etichette per le recensioni consigliate. Puoi leggere di più sulle nostre linee guida per le recensioni qui.

Cosa ne pensi della nostra recensione di Mothergunship: Forge? Fateci sapere nei commenti qui sotto!

Leave a Comment