Quello che NFT.NYC ha mancato che il Coachella ha capito bene

All’inizio di quest’estate, quando le criptovalute sono entrate in un mercato ribassista, le probabilità si sono accumulate contro NFT.NYC 2022. Ma anche – e forse soprattutto – poiché il mercato dei token non fungibili è precipitato a 700 milioni di dollari a giugno, in calo rispetto ai 2,6 miliardi di dollari in Maggio, ci sarebbe stata maggiore enfasi sull’affrontare i problemi che il settore deve affrontare. Mentre la conferenza stessa potrebbe aver cercato di avvicinarsi agli NFT in un modo più serio, molti dei progetti presenti all’evento sembravano più focalizzati sull’assunzione di un imitatore di Snoop Dogg per raccogliere clamore piuttosto che spingere il settore in avanti. E invece di sessioni informative su come costruire casi d’uso seri per le NFT, molti partecipanti hanno riferito di “zero spazi tranquilli” a una conferenza il cui momento clou sembrava essere la festa con milionari e modelli.

Allora, cos’è che mancavano a molti dei progetti NFT.NYC? Stranamente, la risposta non viene da un diverso evento tecnologico, ma piuttosto da un festival musicale iconico con ancora meno spazi tranquilli: il Coachella. Abbiamo già visto NFT utilizzati nell’intrattenimento per la raccolta di fondi e persino la musica da collezione, ma in gran parte non sono riusciti a offrire un’utilità dinamica ai loro titolari, a parte la semplice proprietà digitale di qualcosa di semplice come un biglietto per un concerto. Il Coachella ha adottato un approccio diverso.

NFT dal valore tangibile

Quando le NFT sono entrate inizialmente sotto i riflettori globali, erano comunemente viste come un modo per concedere diritti ai titolari. Gli NFT offrono la proprietà digitale, che inizialmente ha attirato l’attenzione per il miglioramento e la digitalizzazione del mondo dell’arte tradizionale dopo il loro debutto accattivante nella criptosfera. Fin dall’inizio, le NFT sono state istituite per avere un ruolo statico nel contesto dell’acquisto e della vendita di diritti digitali, con pochi altri vantaggi da offrire oltre alla proprietà e qualcosa di cui vantarsi.

Subito dopo aver catturato il mondo dell’arte, gli NFT sono passati allo sport, in particolare con l’avvento dei collezionabili sportivi digitali. E gli NFT sono in gran parte da ringraziare per aver dato una nuova veste al trading di cimeli della vecchia scuola, come il modo in cui i cimeli sportivi della NFT hanno preso una nuova vita. Il successo nello sport ha portato a società di giochi sportivi basate su blockchain come Sorare, che implementano NFT per promuovere il coinvolgimento ed espandere le comunità di fan.

L’industria musicale si è affrettata a portare il testimone della NFT. Artisti importanti come Grimes, Katy Perry e BTS hanno già investito in NFT, sia creando un’intera collezione o finanziando un progetto incentrato su NFT. Ma molte delle celebrità NFT erano proprio questo, NFT senza una reale utilità. I fan possono entrare in contatto con il loro artista preferito, ma i vantaggi in genere si fermano qui.

Forse opportunamente, uno dei festival musicali di maggior successo al mondo ha deciso che vendere gettoni senza valore ai fan era la ricetta sbagliata per un lancio di successo di NFT. Invece, Coachella ha emesso 10 NFT, che includevano campeggio di lusso, cibo gourmet e pass a vita. Naturalmente, non è che i pass a vita non siano stati provati da altri piccoli progetti NFT. Ma i fan di Coachella sembrano concordare sul fatto che una carta d’ingresso eterna per questo festival aumenti davvero la posta per quanto riguarda i casi d’uso di questa tecnologia.

Coachella ha venduto tutti i 10 NFT per un totale di quasi 1,5 milioni di dollari.

Il successo di questi vantaggi tangibili e reali non può essere sottovalutato. La ricerca suggerisce che la stragrande maggioranza delle persone è più felice quando acquista un’esperienza, che si tratti di un concerto, un viaggio o un buon pasto, piuttosto che spendere per un oggetto materiale. Coachella ha brillantemente elevato il secondo al primo, offrendo alle persone un’esperienza divertente e memorabile con le loro risorse digitali.

Il successo del festival musicale illustra come gli NFT possono dare forma all’intrattenimento in generale. Alla maggior parte dei fan della musica mainstream non interessa possedere un NFT solo per orgoglio, per non parlare di quanto basta per creare un portafoglio crittografico e capire come acquistare l’asset digitale. Ma se viene fornito con l’accesso VIP a un festival musicale di incontro e saluto con il loro artista preferito, o un poster di un concerto da appendere nella loro stanza, più fan potrebbero essere disposti a fare il grande passo nelle acque della NFT.

Dare nuova vita agli NFT

Sfortunatamente, la Gerarchia dei bisogni di Maslow non menziona gli NFT. Ma i marchi possono valutare le motivazioni di acquisto del consumatore target e vedere come questi vestiti e desideri potrebbero essere collegati a un’offerta NFT.

Mentre la ricerca suggerisce che oltre il 60% delle persone ora ha una certa familiarità con le NFT, solo il 4% ha effettivamente acquistato, creato e/o venduto una NFT in passato. Quindi, sebbene la consapevolezza degli NFT sia in aumento, per vendere con successo NFT, i marchi devono dare ai propri clienti un motivo per essere interessati.

Una volta che un’azienda ha determinato il prodotto o il servizio appropriato per il suo pubblico, può utilizzare un NFT come veicolo, come un biglietto per l’accesso all’evento. Ma il valore deve anche continuare lungo la linea: la collezionismo deve estendersi oltre la novità e offrire vantaggi dinamici e duraturi. In caso contrario, il 99% dei consumatori lo vedrà solo come uguale a un tagliando di biglietto fisico, bello come ricordo ma non essenziale.

Oltre a garantire un valore prolungato, i venditori NFT dovrebbero anche offrire una sorta di assistenza ai potenziali acquirenti per effettuare il loro primo acquisto. Secondo un sondaggio, la mancata comprensione degli NFT era il secondo motivo più probabile per cui le persone non ne hanno ancora acquistato uno.

Se le aziende vogliono capitalizzare sugli NFT, dovranno tenere le mani dei loro clienti per aiutarli durante il processo di acquisto. Ciò può includere istruzioni su come impostare un portafoglio crittografico o dare priorità all’assistenza clienti eccezionale, il che può anche aumentare la probabilità di acquisto: la maggior parte dei consumatori è disposta a spendere di più per qualcosa che è accompagnato da un’esperienza e un servizio clienti eccezionali. Con questo in mente, la comunità NFT richiede una messa a punto seria per trasformare tutto il clamore in un settore trainante.

Leave a Comment

Your email address will not be published.