Spiegazione delle sfide del progetto di cuffie per realtà mista di Apple

Rendering di Antonia De Rosa. A cura di 9to5Mac.

Dall’inizio dei suoi sforzi nel 2015, il lavoro di Apple su un visore per realtà mista è stato colpito da una serie di sfide che hanno posticipato di anni la potenziale data di lancio. Ora un nuovo rapporto di The Information condivide quali sono stati i principali blocchi stradali da fonti interne.

The Information è stato in grado di parlare con 10 persone vicine al progetto di cuffie per realtà mista di Apple, la maggior parte delle quali ha lavorato nel team. Tornando al 2016, appena un anno dopo l’inizio dello sviluppo, le fonti affermano che al consiglio di amministrazione di Apple è stata presentata una demo dei primissimi prototipi per cercare di “costruire supporto ai massimi livelli di Apple per investimenti più grandi”.

L’ex vicepresidente Al Gore, l’allora CEO della Disney Bob Iger e altri membri del consiglio di Apple camminavano da una stanza all’altra, provando prototipi di dispositivi e software di realtà aumentata e virtuale. Uno dei gadget ha fatto apparire un minuscolo rinoceronte digitale su un tavolo nella stanza. La creatura è poi cresciuta in una versione a grandezza naturale di se stessa, secondo due persone che hanno familiarità con l’incontro. Nella stessa demo, l’ambiente grigio della stanza si è trasformato in una foresta lussureggiante, mostrando come gli utenti possono passare senza interruzioni dall’AR, in cui possono ancora vedere il mondo fisico che li circonda, all’esperienza più coinvolgente della realtà virtuale, una combinazione nota come realtà mista.

Fonti affermano che alcuni dei prototipi sono stati “assemblati insieme” e hanno eseguito Microsoft Windows mentre altri sono stati modificati HTC Vives o altri auricolari esistenti. Tuttavia, uno di loro era così pesante da richiedere una “piccola gru” per tenerlo “in modo che i membri del consiglio di Apple potessero indossarlo senza sforzare il collo”

Anche se non sembra un’esperienza eccessivamente impressionante, il consiglio di amministrazione di Apple era convinto di sostenere maggiori finanziamenti per lo sviluppo (un altro fattore qui era la preoccupazione di Apple per i progressi di Facebook nello spazio).

Andando avanti, le sfide più grandi sono state tecniche e un fattore che presumibilmente è stato in gioco è un CEO Tim Cook che supporta il lavoro, ma non è un “campione” e altamente coinvolto in esso.

Le sfide tecniche sono state il fattore più importante nei ritardi, come è avvenuto in passato per i nuovi prodotti più ambiziosi di Apple, come l’iPhone. Ma lo smartphone Apple ha avuto anche una figura particolarmente influente nel co-fondatore di Apple Steve Jobs per ostetricarlo.

Sebbene l’attuale CEO di Apple, Tim Cook, supporti il ​​progetto delle cuffie, non è stato così attivo nello sforzo come lo era Jobs con lo sviluppo dell’iPhone, secondo cinque persone che hanno familiarità con il progetto. Ad esempio, raramente visita il gruppo nei suoi uffici lontano dal campus principale di Apple, hanno detto quelle persone. La mancanza di un honcho della statura di Cook per sostenere l’auricolare, nome in codice N301, ha reso a volte più difficile competere con altri prodotti come Mac e iPhone per numero di dipendenti e risorse ingegneristiche, hanno affermato le persone.

Un’altra sfida è arrivata da Jony Ive. Quando il fondatore e leader del team di cuffie Mike Rockwell stava lavorando per ottenere il consenso dei vari team di Apple per aiutare con lo sviluppo, il suo team ha rifiutato l’idea di trasformarlo in un visore VR. Il team di Ive ha anche respinto gli “usi pratici” e dubitava che i consumatori avrebbero voluto indossare le cuffie per un considerevole periodo di tempo.

Rockwell, Meier e Rothkopf incontrarono presto un respingimento da parte della squadra di Ive. I tre uomini inizialmente volevano costruire un visore VR, ma il gruppo di Ive aveva dubbi sulla tecnologia, hanno detto tre persone che hanno lavorato al progetto. Credevano che la VR alienasse gli utenti dalle altre persone tagliandoli fuori dal mondo esterno, facendo sembrare gli utenti fuori moda e mancasse di usi pratici. I designer industriali di Apple non erano convinti che i consumatori sarebbero stati disposti a indossare le cuffie per lunghi periodi di tempo, hanno affermato due persone.

Ciò ha finito per far nascere l’idea di un visore per realtà mista:

Gli uomini hanno trovato una soluzione per affrontare le preoccupazioni della squadra di Ive. Ad esempio, hanno proposto di aggiungere telecamere sulla parte anteriore dell’auricolare in modo che le persone che indossano il dispositivo possano vedere l’ambiente circostante, hanno affermato le tre persone. Ma la caratteristica che alla fine ha venduto i designer industriali del progetto è stata un’idea per uno schermo rivolto verso l’esterno sull’auricolare. Lo schermo potrebbe visualizzare immagini video degli occhi e delle espressioni facciali della persona che indossa l’auricolare ad altre persone nella stanza.

Queste funzionalità rispondevano alle preoccupazioni del gruppo di design industriale sull’alienazione indotta dalla realtà virtuale: consentivano ad altre persone in una stanza di interagire e collaborare con una persona che indossava un visore in un modo non possibile con altri dispositivi di realtà virtuale. Per anni, l’esistenza di un tale display, nome in codice internamente T429, era nota solo a una ristretta cerchia di persone anche all’interno del gruppo di Rockwell.

Il rapporto di Information suggerisce che un pezzo successivo riguarderà un “momento cruciale per l’auricolare Apple” avvenuto nel 2019. È probabile che Jony Ive abbia “rifiutato” l’idea di vendere un auricolare che richiedeva un dispositivo della stazione base per operare. In quel momento il team è passato a lavorare su un dispositivo AR/VR meno potente, ma più indipendente.

L’ultima aspettativa è che Apple possa annunciare le sue cuffie per realtà mista nel 2023. Per quanto riguarda il prezzo, abbiamo sentito dire che potrebbe vendere da oltre $ 2.000 a $ 3.000.

FTC: utilizziamo link di affiliazione automatici per guadagnare reddito. Di più.


Dai un’occhiata a 9to5Mac su YouTube per ulteriori notizie su Apple:

Leave a Comment