Università di Harvard e Fondazione Filecoin per il piano Web decentralizzato per preservare le informazioni digitali – Bitcoin News

Il 27 luglio, la Filecoin Foundation for the Decentralized Web (FFDW) ha annunciato che sosterrà un’iniziativa con il Library Innovation Lab (LIL) dell’Università di Harvard chiamata programma “Democratizing Open Knowledge”. Con il supporto di FFDW, LIL prevede di esplorare tecnologie decentralizzate in grado di preservare le informazioni digitali.

Democratizzare la conoscenza aperta

Sebbene ci siano molte informazioni da consumare nel 2022, è difficile verificare ciò che è legittimo e c’è una notevole sfiducia nei confronti delle fonti dei media mainstream. Negli Stati Uniti, ad esempio, la fiducia e il livello di fiducia dell’America nei media sono scesi ai minimi storici in un recente sondaggio Gallup pubblicato questo mese. Degli adulti americani intervistati, solo il 16% ha affermato di avere “molta” fiducia nelle pubblicazioni di notizie di oggi e solo l’11% si è fidato delle notizie in televisione. Inoltre, negli ultimi anni, c’è stata anche molta disinformazione e dibattiti sulle definizioni tecniche.

Ad esempio, la scorsa settimana, il termine “recessione” è diventato un argomento controverso sulla definizione quando la Casa Bianca ha pubblicato due post sul blog che mostrano la descrizione del significato della parola da parte del governo. Poi il 27 luglio, nel corso di un periodo di 24 ore, la definizione della parola recessione su Wikipedia è stata rivista decine di volte. Le revisioni di Wikipedia continuano ancora oggi e la pagina Wiki rileva che “i media hanno diffuso una versione obsoleta di questo articolo”. Sfruttando semplicemente i dati salvati su archive.org, praticamente per qualsiasi mese dell’anno oltre a luglio, i dati archiviati mostrano che la definizione della parola recessione è cambiata molto da allora.

Università di Harvard e Fondazione Filecoin per il piano Web decentralizzato per preservare le informazioni digitali

Mercoledì, la Filecoin Foundation for the Decentralized Web (FFDW) ha rivelato che stava collaborando con il Library Innovation Lab (LIL) dell’Università di Harvard per preservare le informazioni digitali tramite tecnologie decentralizzate. LIL e FFDW di Harvard contribuiranno al programma “Democratizing Open Knowledge”, che mira ad aiutare le biblioteche a “condividere la conoscenza attraverso la tecnologia”. Le tecnologie includono strumenti specifici come la rete Filecoin e l’Interplanetary File System (IPFS). L’annuncio di mercoledì fornisce ulteriori dettagli sul fatto che FFDW aiuterà LIL a portare avanti l’idea di aumentare l’accesso alle informazioni attraverso tecnologie decentralizzate.

“FFDW è in missione per preservare le informazioni più importanti dell’umanità”, ha spiegato in una dichiarazione la presidente e presidente di FFDW Marta Belcher. “Questa collaborazione consentirà al Library Innovation Lab di esplorare come le tecnologie decentralizzate possono risolvere le sfide del mondo reale per preservare i dati critici e siamo entusiasti di supportare il programma Democratizing Open Knowledge della Biblioteca”, ha aggiunto Belcher.

FFDW afferma che la LIL di Harvard ha già una solida esperienza nella “protezione e aumento dell’accesso” alle informazioni

IPFS è essenzialmente un sistema peer-to-peer (P2P) per l’archiviazione e l’accesso a file, siti Web, applicazioni e dati in un file system distribuito. Filecoin è una blockchain open source creata da Protocol Labs ed è costruita sulla rete distribuita IPFS. Il filecoin (FIL) della criptovaluta nativa di Filecoin è aumentato del 47,3% rispetto al dollaro USA nelle ultime 24 ore e FIL è aumentato del 67,1% negli ultimi 14 giorni. Alla fine di maggio, Protocol Labs ha spiegato che stava lavorando con l’appaltatore della difesa e l’azienda aerospaziale con sede nel Maryland, Lockheed Martin, per portare nello spazio concetti di archiviazione decentralizzata.

Secondo l’annuncio di FFDW mercoledì scorso, LIL e FFDW hanno in programma di combattere il linkrot, esplorare la creazione di forti archivi oscuri e proteggere preziosi dati di ricerca. LIL ha già creato strumenti e siti Web come perma.cc, opencasebook.org e LIL Caselaw Access Project. Attraverso sforzi di collaborazione, LIL e FFDW vogliono affrontare il modo in cui la tecnologia può aiutare a stabilire “fonti affidabili” e la “conservazione a lungo termine delle informazioni digitali”.

Tag in questa storia

$FIL, azienda aerospaziale, Archive.org, programma Democratizing Open Knowledge, disinformazione, FFDW, Filecoin, Filecoin Blockchain, Filecoin Foundation for the Decentralized Web, harvard, strumenti di Harvard, università di Harvard, LIL di Harvard, Information, Interplanetary File System, IPFS, Rete distribuita IPFS, Library Innovation Lab, LIL, Lockheed Martin, Protocol Labs, fonti affidabili, spazio, Wikipedia, recessione di Wikipedia

Cosa ne pensi dell’iniziativa su cui FFDW e LIL stanno lavorando per preservare le informazioni digitali? Pensi che la tecnologia possa aiutare a decentralizzare l’accesso alle informazioni odierne e renderle più affidabili? Facci sapere cosa ne pensi di questo argomento nella sezione commenti qui sotto.

Jamie Redman

Jamie Redman è il News Lead di Bitcoin.com News e un giornalista di tecnologia finanziaria che vive in Florida. Redman è un membro attivo della comunità delle criptovalute dal 2011. Ha una passione per Bitcoin, codice open source e applicazioni decentralizzate. Da settembre 2015, Redman ha scritto più di 5.700 articoli per Bitcoin.com News sui protocolli dirompenti che emergono oggi.




Crediti immagine: Shutterstock, Pixabay, Wiki Commons

Disclaimer: Questo articolo è solo a scopo informativo. Non è un’offerta diretta o una sollecitazione di un’offerta di acquisto o vendita, né una raccomandazione o approvazione di prodotti, servizi o società. Bitcoin.com non fornisce consulenza su investimenti, fiscali, legali o contabili. Né la società né l’autore sono responsabili, direttamente o indirettamente, per eventuali danni o perdite causati o che si presume siano causati da o in connessione con l’uso o l’affidamento su qualsiasi contenuto, bene o servizio menzionato in questo articolo.

Leave a Comment

Your email address will not be published.